Blog

Perché il ritratto figurativo è la forma di Arte più evoluta?

Uncategorized Aug 06, 2021
 

Clicca  > Play per avviare la lettura sonora dell'articolo


Se sono riusciti a convincerti che il ritratto figurativo, realizzato con pittura, scultura o disegno, sia una forma d’Arte secondaria e di minor valore rispetto ad altre, allora sappi che stai rinunciando a conoscere meglio quella che da millenni è la quintessenza della creatività degli esseri umani.

E dopo aver letto questo articolo conciso, ma immediatamente chiarificatore, sarai in grado di capire il perché questa affermazione rispecchi la più pura verità.

Autoritratto giovanile di Rembrandt 

Ci sono almeno tre macroscopici indicatori perché una opera d’Arte ritrattistica vada considerata una vetta di creatività, eccoli di seguito in ordine di importanza crescente:

  • 1) Tecnica
  • 2) Espressione
  • 3) Coscienza

Tecnica - Padronanza degli strumenti di raffigurazione

Solo un artista completo, che domina le tecniche artistiche tanto da saper...

Continue Reading...

GlossArt, parole spiegate: HAMPARTE

hamparte yoko ono Mar 02, 2021
 

Il video qui riportato ha il pregio di mostrare in modo diretto ed evidente a quali livelli di incongruenza si è spinto il mercato internazionale dell'arte. L'artista che esegue la performance è Joko Ono, vedova di John Lennon, ex Beatles ucciso in un attentato a New York nel 1980. La performance è presentata dal MoMa - Museum of Modern Art di New York, con tutti i modi del caso e impiegando tutto il prestigio acquisito nel tempo dal museo, come opera d'arte. Opera che ha un a catalogazione ufficiale e una collocazione di mercato, monetariamente alta, e che si avvia pertanto a far parte del corpo di opere d'arte che determinano il gusto culturale imposto al pubblico dal sistema dell'arte e muovono somme ingenti nel mercato artistico internazionale.

Ma è considerabile Arte? Questa la domanda che a questo punto è corretto farsi.

La risposta che mi sento di proporre a questo punto è la seguente: Innanzitutto senza preconcetti e senza...

Continue Reading...

#YouAreHere. Perché è cruciale saperlo?

Uncategorized Feb 14, 2021

Primi anni 90, una mostra dal titolo "Manimals" del fotografo di origine cinese Daniel Lee, grazie al linguaggio dell'elaborazione digitale ci mette davanti agli occhi immagini scioccanti, che ottengono una vasta eco sul web, allora ai primi passi della sua maturità.

Tra le immagini piú significative, quelle che mostrano un verosimile aspetto degli esseri umani in differenti fasi di sviluppo della propria coscienza, da uno stadio animale originario fino allo stadio attuale e quindi a quello molto più evoluto di un futuro prossimo.

A colpire è soprattutto la mutazione dello sguardo, da quello elementare, selvatico, diffidente e istintivo dei primi ominidi, fino a quello estremamente consapevole e distante dell'umano futuro.

In cui la fronte è molto più ampia di quella attuale che ci contraddistingue, e l'espressione dello sguardo meno istintiva e più profondamente consapevole della propria...

Continue Reading...

L'algoritmo ci seppellirà?

Uncategorized Jan 30, 2021

Molti credono erroneamente che, anche se ignorano cos'è un Algoritmo, questo non avrà alcun effetto sulla loro vita.

Peccato per loro, perché si sbagliano di grosso.

E fra poco ti dirò perché è indispensabile che tu eviti lo stesso sbaglio.

In pochi istanti infatti potrai sapere qui di seguito:

  1. Cos'è un Algoritmo
  2. Come può aiutarti o danneggiarti
  3. Cosa fare per scansare i pericoli e ricavarne vantaggi

Innanzitutto, "un Algoritmo è un procedimento che risolve un determinato problema attraverso un numero finito di passi elementari, chiari e non ambigui."

Così parlò Wikipedia.

Significa che l'Algoritmo è un sistema per calcolare la soluzione di quesiti complessi, suddividendoli in quesiti sempre più piccoli.

Fino a che i quesiti sono così elementari che non si possono ulteriormente suddividere.

Cosicché può risolverli agevolmente...

Continue Reading...

Riconosci l'Arte senza studiarla.

Uncategorized Jan 24, 2020

C'è un dibattito sempre aperto, che periodicamente sale all'attualità sui media anche per il grande pubblico, su cosa si può considerare Arte e cosa no.

La questione è tutt'altro che marginale. che Saper dire con sicurezza se qualcosa è arte o no è utile a tutti, molto più di quanto appaia a prima vista.

Vediamo quindi un caso concreto, per capirne di più.

Qualche tempo fa una installazione pubblica dell’artista ghanese Ibrahim Mahama, impacchettò i caselli del dazio di Porta Venezia a Milano.

L'opera, dal titolo “A Friend” fu realizzata con una cortina di sacchi di juta usati per le spedizioni di merce.

E ci offre l'occasione di farci domande utili a tutti perché, come spesso ripeto, chi capisce l'arte, capisce il mondo, e non viceversa.

Ma prima una premessa: personalmente non amo le installazioni glamour.

Non amo neppure il maggior esponente mondiale...

Continue Reading...
Close

50% Complete

Due passi

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.